Il binomio Paolisi-Razzano sembra giunto al termine dopo due stagioni concluse con l’approdo alla storica finale di Coppa Italia di categoria, l’allenatore sannita avrebbe deciso di guardarsi intorno e cercare nuovi stimoli

PAOLISI (BN) – Dopo due anni sono vicine al dividersi  le strade del Paolisi 2000 e l’allenatore Domenico Razzano. La squadra sannita del presidente Biondin potrebbe separarsi dall’allenatore capace di centrare una storica finale di Coppa Italia di categoria eliminando in semifinale la ben più quotata Edilmer Cardito. A pesare però sulla decisione potrebbe esser stato il mancato raggiungimento dei playoff, non disputati nel girone C per la differenza punti tra seconda e terza, il Paolisi infatti è arrivato settimo a 51 punti. Per il mister, originario di Durazzano, però sembra pronto un progetto tutto nuovo a Cervino, comune della provincia di Caserta, dove potrebbe nascere a breve insieme Alfonso Capasso, attuale proprietario della scuola calcio Dea Diana e gestore del campo sportivo comunale “Anna Razzano” una realtà calcistica che punta a disputare il campionato di Prima Categoria. Cervino per Razzano è l’ambiente giusto dove poter ricominciare la stagione 2018/19 con il giusto entusiasmo dei tifosi locali e dei calciatori della zona che per tanti anni hanno accompagnato Razzano nelle avventure tra Durazzano e Paolisi. 

ISDN